Pierre

Pierre 3 

Pierre 1

PM

Un lien : Pierre Martel, une facette seulement.

*

Traduzione a cura di Agostino Forte :

 

L’insigne Pierre Martel

 

Il 12 maggio 1953, a Simiane-la-Rotonde, dove svolge il suo ministero sacerdotale, Pierre Martel, coadiuvato da alcuni amici, fonda il movimento per le attività e la salvaguardia del patrimonio alto-provenzale che andrà sotto il nome di Alpes de Lumière.

Pierre Martel aux cabanes de Roux, au Contadour

Pierre Martel alle Cabanes de Roux, Contadour.

Serge Fiorio vi aderisce con fervido slancio, si aggiunga poi che Le Moine du Lure (“Il Monaco del Lure”, questo a volte lo pseudonimo usato da Pierre Martel), nativo di Revest-du-Bion, pronipote del pittore Eugène Martel, pur non essendo un ricercatore di professione non disdegna neppure di calarsi in esplorazione nelle cavità naturali. Il suo sapere nasce dall’amore per i propri luoghi e si accompagna ad una conoscenza che va da un passato lontanissimo fino ai giorni nostri; malgrado il nero dell’abito talare, il personaggio è variegato e non lascia insensibile il nostro Serge: «Pierre? Un appassionante impareggiabile appassionato!»

Pierre, con gli uomini di buona volontà tra i quali Serge, pungola i pigri e scuote i dormienti affinché prendano in esame insieme i problemi posti dal futuro, proponendo soluzioni ecologiche a quel mondo rurale così radicato nei paesaggi dipinti da Serge.

Sarà Serge a mettere a parte Pierre della scoperta, fatta da un pastore, di una spiaggia fossile, sito alquanto unico nel suo genere e testimonianza della presenza, tra Reillanne e Céreste, di uno dei più antichi progenitori del cavallo. L’incontro sul campo tra ricercatori amatoriali e specialisti – che vogliono accaparrarsi la scoperta -  apre un dibattito memorabile al termine del quale i cervelloni, per quanto titolati, si coprono di ridicolo.

A sua volta Pierre farà partecipe Serge di una propria scoperta: questa volta, nella persona di Aimée Castain*, una pastora dedita alla pittura. Fin dal loro inizio gli incontri tra Pierre e Aimée si riveleranno produttivi e continueranno fruttuosi nel corso degli anni.

Pierre 1

Per Serge Fiorio

Queste pagine che non hanno altro merito se non quello di averle vissute e scritte per degli esseri vessati dalla vita o dalla Provvidenza.
Con tutta l’amicizia del “Prigioniero accanto”

Pierre Martel
Reillanne 4 gennaio 1960

 

*: Nel 1977 Pierre Martel ha un lungo colloquio con Aimée Castain  che avviene nella frazione di Gubian (comune di Revest-des-Brosses),  dove vive la pittrice e pastora. Nel colloquio Aimée Castain racconta della sua infanzia a Banon. Nel corso dell’intervista Pierre Martel le chiede della sua pittura e del piacere della scoperta. La durata totale è di 1 ora e 50 minuti, registrata su cassetta, digitalizzata e conservata alla fonoteca della MMSH (Maison Méditerranéenne des Sciences de l'Homme) a Aix-en-Provence dove è possibile reperire altre registrazioni di Aimée Castain. Per gli interessati se ne propone qui un estratto di 24 minuti:
[https://soundcloud.com/user-4103298/extrait-dun-entretien-avec-aimee-castain-par-pierre-martel].

 

 *

 

 

Couv Victor HugoET un CD à commander pour 13 euros franco de port chez l'auteur

25 cours mirabeau 11100 Narbonne 06 67 23 58 99  jacques.ibanes@orange.fr

CD1CD2

                                             

L'oiseau de feu du Garlaban

 

Pour feuilleter les premières pages et se procurer la revue.