livre F4

 

*

 Traduzione a cura di Agostino Forte :

   Sa usare il pennello anche quando è consumato o pressoché pelato. In questo caso non se ne serve più per scivolare un cielo o strofinare una nuvola ma per pettinare un ragazzo o cotonare la lana di un gregge di pecore. Quei pennelli, che oramai lo sono solo di nome, gli sono utili quanto i nuovi. Alle prese con lo spazio da organizzare, con le materie colorate da preparare, alle prese con i loro matrimoni, il suo primo passo è stringere il tubetto di colore sulla tavolozza e con la punta del pennello trasportarne sulla bacchetta di legno alla sua destra che gli serve anche da appoggio alla bisogna. La tavolozza resta quindi  sempre in ordine. Rilavora poi il colore sulla tela  stemperandolo. Nel frattempo ha più volte indietreggiato per valutare un blu o un giallo che gli appaiono un po’ troppo accentuati onde individuare l’elemento indispensabile a conchiudere la composizione, per eliminare quella forma che destabilizza o appesantisce un po’ l’equilibrio del tutto. L’arte appare nella conoscenza del mestiere.

pennelli cinesiPennelli cinesi.